Home > Joey Pouch® > Il parere degli esperti

Il parere degli esperti

Tracy Hogg
Puericultrice di fama internazionale

Ecco cosa potete fare per aiutare il vostro piccolo a calmarsi, chiudendo momentaneamente le porte al mondo esterno. Avvolgetelo. Appena usciti dalla posizione fetale, i neonati non sono abituati agli spazi aperti, e non si rendono conto di avere gambe e braccia proprie. Quando sono troppo stanchi, quindi, è necessario immobilizzarli perché vedere le proprie membra in movimento li spaventa molto – pensano che qualcuno stia facendo loro qualcosa – e allo stesso tempo questa esperienza stimola ancor più i loro sensi già troppo impegnati.
L’usanza di fasciare i bambini, uno dei sistemi più antichi per aiutarli a prendere sonno, potrebbe sembrare superata ma persino gli studi moderni ne confermano i benefici. Per fasciare un neonato correttamente, prendete una coperta quadrata e piegatela a triangolo; mettetevi sopra il piccolo con il collo all’altezza della piega; ponetegli un braccio sul petto a formare un angolo di quarantacinque gradi e fate passare un lembo della coperta sopra il suo corpo, in maniera che aderisca a esso ma non sia troppo stretta. Fate lo stesso con l’altro braccio. Il mio consiglio è di continuare a farlo per le prime sei settimane, ma dopo la terza – quando il bambino comincia a cercare di mettersi le mani in bocca – aiutatelo flettendogli le braccia e lasciandogli le mani libere e vicino al viso”.

Tratto da Tracy Hogg “Il linguaggio segreto dei neonati”. Saggi Oscar Mondadori. Edizione 2012. Capitolo “Sleep” – pagine 226 – 227

Healthy Children
www.healthychildren.org

“Tutti i neonati sono in balia dei loro riflessi – che, per definizione, non possono controllare e nascono con un particolare riflesso fastidioso (il cosiddetto riflesso di Moro). Questo riflesso fa sobbalzare i piccoli all’improvviso, fa agitare convulsamente le braccia e gambe e li fa anche gridare in risposta al sussulto – di qui il nome. E si, anche quando si è fatto di tutto per creare un ambiente confortevole per il piccolo durante la nanna, basta solo il piccolo che s’imbatta nelle sue manine (o piedini), che si spaventa e si sveglia […]. Ma non arrendetevi ancora all’impossibilità di un sonno ininterrotto, c’è qualcosa di semplice e veloce che si può fare: un’abile tecnica che chiamiamo “avvolgere come un burrito”. In altre parole suggeriamo di avvolgere il tuo piccolo […] in una coperta per neonati prima di metterlo a dormire.”

Tratto da “Good Night, Sleep Tight” – www.healthychildren.org
Autore: Laura A. Jana, MD, FAAP and Jennifer Shu, MD, FAAP – Ultimo aggiornamento 11/5/2013
Fonte: “Heading Home With Your Newborn”, 2nd Edition (Copyright © 2010 American Academy of Pediatrics)

Pediatrics
Rivista ufficiale dell’Accademia Americana Pediatri

“In generale, i neonati avvolti si svegliano meno e dormono più a lungo. I neonati pretermine hanno mostrato uno sviluppo neuromuscolare migliore, meno stress psicologico, una migliore organizzazione motoria, e una migliore abilità ad autoregolarsi quando sono avvolti. A confronto col massaggio, i neonati che piangono eccessivamente, piangono meno quando sono avvolti e avvolgere può calmare il dolore.”

Tratto da “Swaddling: A Systematic Review” – pediatrics.aappublications.org/
Autori: Bregje E. van Sleuwen, MSca, Adèle C. Engelberts, MD, PhDb, Magda M. Boere-Boonekamp, MD, PhDc, Wietse Kuis, MDd, Tom W.J. Schulpen, MDe, Monique P. L’Hoir, MSc, PhDa

American Academy of Pediatrics
www.aap.org

Gli studi dimostrano che avvolgere aiuta i neonati a dormire meglio e più a lungo. Lo studio, ” Influence of Swaddling on Sleep and Arousal Characteristics of Healthy Infants” ha analizzato le influenze della fasciatura rispetto alla sensibilità dei neonati ai rumori. I risultati hanno mostrato come avvolgere, migliori il sonno dei piccoli e la fase (REM). I neonati avvolti, si svegliano meno spesso spontaneamente. I ricercatori affermano che avvolgere può ridurre il pianto eccessivo, perché può incoraggiare i genitori, che normalmente mettono i loro bambini sulla pancia per evitare di farli piangere, a fasciare invece i loro bambini e metterli sulla schiena. Dormire sulla schiena può anche prevenire la SIDS (Sudden Infant Death Syndrome)”.

Fonte: “Influence of Swaddling on Sleep and Arousal Characteristics of Healthy Infants” (American Academy of Pediatrics 5 Maggio, 2005).

Dott.ssa Giovanna Gigli
Gruppo Medico Antroposofico di Milano

“Perché fasciare il neonato? Pensiamo alla condizione del feto poco prima della nascita: immerso nel caldo liquido amniotico è a stretto contatto con le membrane uterine, avvolto, sostenuto, e contenuto piuttosto saldamente[…]. Fasciare significa avvolgere, sostenere e contenere il neonato come faceva l’utero prima del parto.
Il passaggio dall’ambiente acquoso caldo, oscuro e avvolgente dell’utero a quello terrestre, freddo, luminoso, in cui i momenti di contatto sono limitati, viene reso meno brusco dalla fasciatura. La fasciatura, con i suoi vari strati di cotone e di lana, protegge l’organismo di calore del neonato dai repentini cambiamenti di temperatura dell’ambiente e, insieme alla cuffietta, contribuisce alla maggiore tranquillità del bambino[…]. Inoltre, limitando parzialmente i movimenti involontari delle gambe e del tronco, contribuisce all’organizzazione volontaria del movimento. La muscolatura della nuca si sviluppa per prima ed il bambino si concentra sul movimento delle manine. Si aiuta in questo modo l’organizzazione motoria a differenziare le azioni volontarie proprie dal “mare indistinto” dei movimenti attivi e passivi. Ciò può prevenire l’insorgenza, in epoche successive, di disturbi ipercinetici e favorire una migliore capacità di concentrazione e lo sviluppo di una manualità più fine.
La fasciatura consente di limitare la dispersione di calore dovuta all’agitazione involontaria e permette al calore di concentrarsi nella pancia, là dove avviene la “cottura dei cibi”. La digestione è così facilitata e, insieme ad una corretta igiene alimentare della madre che allatta, la fasciatura può alleviare le coliche gassose ed i rigurgiti del neonato e del lattante. Le energie così risparmiate possono giovare non solo al metabolismo, ma anche alla crescita ed al sonno. […]”

Tratto da “La fasciatura del neonato e del lattante”. Autore Dott.ssa Giovanna Gigli – Gruppo Medico Antroposofico di Milano.

American Academy of Pediatrics
www.aap.org

“Qual è il modo migliore per calmare un neonato nervoso con le coliche? Quelli che seguono sono alcuni modi che puoi provare per rassicurare un bimbo che piange. Può richiedere alcuni tentativi, ma con pazienza e pratica vedrai cosa funziona e cosa no per il tuo neonato.
Avvolgi il tuo neonato in una copertina larga e sottile (chiedi all’ostetrica o pediatra di mostrarti come farlo correttamente) per aiutarlo a sentirsi sicuro. […]” Leggi tutto l’articolo

Tratto da “Calming A Fussy Baby” – www.healthychildren.org
Fonte: “Crying and Your Baby: How to Calm a Fussy or Colicky Baby” (Copyright © 2008 American Academy of Pediatrics)

American Academy of Pediatrics
www.aap.org

Quando il tuo neonate piange tanto. A volte semplicemente non sappiamo perché i neonati piangono! Perciò, che possiamo fare? Pensa a come il piccolo stava nel grembo e cerca di ricreare un’esperienza simile.
Tieni tranquillamente il tuo piccolo vicino alle spalle o al petto – nel grembo, era caldo e contenuto.
Avvolgi il tuo neonate in una coperta, verso la fine della gestazione era molto stretto. […]” Leggi tutto l’articolo

Tratto da “Welcome To The World of Parenting!” – www.healthychildren.org
Fonte: “Connected Kids: Safe, Strong, Secure” (Copyright © 2006 American Academy of Pediatrics)